Acquista L'esploratore del Duce su Amazon
03
Giu

L'interesse del Duce per l'India: i musulmani Moplah del Malabar

Elisabeth IQuesti giorni sto studiando molto i rapporti dei Tucci con il fascismo, che cominciarono con la frequentazione di Luigi Nuvoloni, padre della sua seconda moglie Giulia, con Gentile, con Formichi, l’orientalista di fiducia di Mussolini, e con lo stesso Duce (anzi, per scriverlo come si scriveva al tempo, con lo stesso DUCE).

Tucci aveva bisogno dell’appoggio del regime per compiere le spedizioni, per la carriera, per aprire l’IsMEO, per tutto insomma. D’altronde, l’interesse di Mussolini per l’Asia, e soprattutto per l’India, il gioiello della Corona britannica, era cominciato presto, nel 1921, e non era del tutto disinteressato: il suo sogno lontano era quello di sostituirsi niente di meno che all’Impero britannico!

Il 4 settembre 1921 Mussolini espresse pubblicamente le sue idee sull’India nell’articolo «Verso il suolo asiatico – Malabar», pubblicato su Il popolo d’Italia.

L’occasione era stata la rivolta dei musulmani Moplah nel Malabar, in Kerala, contro l’alleanza della Corona britannica con i latifondisti induisti. Durante la battaglia scoppiata fra inglesi e musulmani questi ultimi furono imprigionati e cento di loro furono trasportati in un vagone ferroviario. Ma scoppiò la tragedia. Quando la porta del vagone fu aperta, sessantasei uomini erano morti soffocati e gli altri erano agonizzanti. “La tragedia del treno dei Moplah”, come fu chiamata, ebbe risonanza internazionale e Mussolini, attento agli affari d’Asia, non si lasciò sfuggire l’occasione di usarla per sottolineare le difficoltà della Corona e la futura indipendenza dell’India:

è palese che la posizione dell’Inghilterra nelle Indie è abbastanza difficile. Non crediamo che sia imminente il tracollo della sua dominazione, perché la metropoli ricorrerà a tutti i mezzi violenti e subdoli per conservarla; ma lo sbocco dell’agitazione indiana è segnato ed è fatale. I fermenti sono gettati. La razza si è risvegliata. È in piedi. Il raggiungimento della sua indipendenza non è più una questione di possibilità; è una questione di tempo.

Su Amazon e in libreria

Leggi il piano dell’opera, acquista i due volumi su Amazon.

L’autore

Enrica Garzilli Enrica Garzilli è specialista dell’Asia moderna e dell’Oriente, si è laureata in sanscrito alla Scuola Orientale di Roma con i più amati allievi di Giuseppe Tucci, ha continuato gli studi sull'Asia moderna a Delhi e ad Harvard, e lavorato in università prestigiose in Italia e all’estero. Collabora regolarmente con quotidiani, periodici, televisioni e radio. Leggi la biografia completa.

Asiatica Association

Per informazioni sul libro o ordini, contattare Asiatica Association.

Ricerca
© Copyright 2012 Enrica Garzilli. Tutti i diritti riservati.