Acquista L'esploratore del Duce su Amazon
01
Apr

La prima lettera inedita di Tucci ad Andreotti, 6 novembre 1947

Giuseppe Tucci in TibetAbbiamo visto che, dopo lettera del 24 settembre 1947 alla Presidenza del Consiglio dei ministri per chiedere i finanziamenti per la missione in Tibet centrale, per interessamento di Andreotti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio (1947-1948), Tucci ottenne i fondi.

Questi documenti fanno parte del carteggio che gentilmente il senatore Andreotti mi ha messo a disposizione e sono originali e inediti.

Nello stesso giorno Andreotti mandò copia della lettera di Tucci al ministro del Tesoro Del Vecchio, esprimendo «parere più che favorevole per una iniziativa che torna ad alto onore della nazione e che certamente verrà largamente conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo».

Mandò poi al dott. Alberto Giuganino, uno studioso d’arte che fece parte dell’Assemblea Costituente, le copie delle lettere, suggerendogli di seguire gli sviluppi burocratici della cosa «per evitare eccessivi attardamenti». Questi al tempo era già Segretario generale della Camera dei deputati e collaborava con Tucci all’IsMEO in qualità di vice presidente. Avvertito da Giuganino che Andreotti aveva accolto la sua richiesta con procedura di massima urgenza, il 6 novembre Tucci lo ringraziò

non come l’ideatore e il capo della spedizione ma come scienziato, lieto di poter nuovamente dar prova fuori d’Italia, che neppure le tristi vicende attraversate sono valse a sopire in noi il tradizionale umanistico interesse per ogni specie di ricerca scientifica. Se la spedizione, come mi auguro, avrà successo, a Lei, Eccellenza, resterà il merito di averla resa possibile.

© Copyright 2012 Enrica Garzilli. Tutti i diritti riservati.