Acquista L'esploratore del Duce su Amazon
Articoli per la categoria “Giulia Nuvoloni”
26
Nov

Soldi, soldi e ancora soldi: firmato, Peppino e Giulia Tucci

Shigatse e GyantseNell’estate del 1939, durante la settima spedizione in Tibet, Tucci scrisse una lettera a Gentile da Shigatse, non datata, mentre i muli della carovana stavano arrivando. La parte centrale del viaggio era ormai compiuta ed erano sulla via del ritorno. Sarebbero poi ripartiti per Gyantse ma Tucci aveva un assoluto bisogno di soldi. Anche se fosse riuscito ad arrivarci non sarebbe stato comunque in grado di raggiungere l’India per poi tornare in Italia, perché i fondi stavano terminando.

Sua moglie Giulia, una donna eccezionale, per rafforzare le parole del marito aggiunse una mezza pagina di righe scritte fitte. Non era

23
Ott

Io di Giulia non ci capisco nulla

donna indianaTucci ebbe tre mogli, si sa. Con la seconda, Giulia, ebbe un lungo rapporto, durato circa 20 anni.

Quando si separarono, come tutti gli uomini di questo mondo anche Peppino, come lo chiamava lei, non gli voleva passare gli alimenti.

Così un giorno Tucci si lamentò con Gentile dicendo che Giulia gli chiedeva troppo, poi lo rimproverava e lo offendeva senza alcun motivo.

16
Ago

La spedizione del 1931 nell’Himalaya indiano e i primi passi in Tibet occidentale

IndiaFino al 1931 Tucci viaggiò in lungo e in largo per il sud dell’Asia piuttosto “leggero”, accompagnato solo da Giulia.

Dopo quella del 1931 le spedizioni divennero via via sempre più complesse e costose e i campi-base si trasformarono in veri e propri villaggi di cinquanta-settanta persone, con decine di tende per lui

24
Apr

Giuseppe Tucci e Ananda Tucci

madre di KlimtGiuseppe Tucci ebbe un solo figlio, Ananda Maria, avuto da Rosa De Benedetto, che nacque nel 1923. Quando i genitori si separarono, perché lei era stanca di non vedere mai il marito, Ananda aveva solo quattro anni ma fu affidato dal tribunale a Peppino.

Ovviamente lui lo fece allevare dai genitori nelle Marche. Non aveva tempo per quel bambino strano, un po’ ribelle. Aveva ben altro da fare. Ananda significa “beatitudine” ma nella sua non lunga vita lui non fu per niente felice.

02
Ago

Tucci e l'amore

SpoletoNel 19 aprile 1920 Tucci sposò a Spoleto Rosa de Benedetti. Fu un matrimonio combinato e non si erano mai visti prima. Gli dette il suo unico figlio, chiamato come il cugino e discepolo preferito del Buddha, Ananda Maria.

Nel 1925 però Tucci sbarcò al porto di Bombay con la sua nuova fiamma, Giulia Nuvoloni, una studiosa che presentava a tutti come moglie.

03
Giu

L'interesse del Duce per l'India: i musulmani Moplah del Malabar

Elisabeth IQuesti giorni sto studiando molto i rapporti dei Tucci con il fascismo, che cominciarono con la frequentazione di Luigi Nuvoloni, padre della sua seconda moglie Giulia, con Gentile, con Formichi, l’orientalista di fiducia di Mussolini, e con lo stesso Duce (anzi, per scriverlo come si scriveva al tempo, con lo stesso DUCE).

Tucci aveva bisogno dell’appoggio del regime per compiere le spedizioni, per la carriera, per aprire l’IsMEO, per tutto insomma. D’altronde, l’interesse di Mussolini per l’Asia, e soprattutto per l’India, il gioiello della Corona britannica, era cominciato presto, nel 1921, e non era del tutto disinteressato: il suo sogno lontano era quello di sostituirsi niente di meno che all’Impero britannico!

07
Feb

Giuseppe Tucci, Luigi Nuvoloni, Giovanni Gentile e Giulio Andreotti

Giovanni GentileTucci ebbe sempre ottimi rapporti con i politici e in specie tre: Luigi Nuvoloni, alto gerarca, che lo fece diventare segretario della Biblioteca del Senato ed era il padre della seconda moglie, Giulia; Giovanni Gentile, che conobbe tramite Formichi, che lo fece diventare bibliotecario del Senato, lo aiutò a partire per Shantiniketan — benché fu Formichi, che era Visiting professor di Sanscrito lì, che lo propose — e poi lo fece diventare professore ordinario senza concorso e senza ancora la chiara fama all’Istituto Orientale di Napoli, e subito dopo lo trasferì a Roma (Tucci all’Orientale non era molto amato); e 3 anni dopo che Gentile fu ucciso, il 15 aprile 1944, Giulio Andreotti.

Su Amazon e in libreria

Leggi il piano dell’opera, acquista i due volumi su Amazon.

L’autore

Enrica Garzilli Enrica Garzilli è specialista dell’Asia moderna e dell’Oriente, si è laureata in sanscrito alla Scuola Orientale di Roma con i più amati allievi di Giuseppe Tucci, ha continuato gli studi sull'Asia moderna a Delhi e ad Harvard, e lavorato in università prestigiose in Italia e all’estero. Collabora regolarmente con quotidiani, periodici, televisioni e radio. Leggi la biografia completa.

Asiatica Association

Per informazioni sul libro o ordini, contattare Asiatica Association.

Altre categorie in “Mogli”
Ricerca
© Copyright 2012 Enrica Garzilli. Tutti i diritti riservati.