Acquista L'esploratore del Duce su Amazon

Le spedizioni

In Ladhak (1928)

Il Tibet, [che] è stato il più grande amore della mia vita, e lo è tuttora, tanto più caldo, quanto più sembra difficile soddisfarlo con un nuovo incontro. In otto viaggi, ne ho percorso gran parte in lungo ed in largo, ho vissuto nei villaggi e nei monasteri, mi sono genuflesso dinanzi a maestri e immagini sacre, ho valicato insieme con i carovanieri monti e traversato deserti, vasti come il mare, ho discusso problemi di religione e filosofia con monaci sapienti.

Giuseppe Tucci compie 8 esplorazioni del Tibet a caccia “delle opere dell’uomo”, in un arco di tempo che va dalle prime esplorazioni transhimalayane del 1926 al 1948, quando giunge a Lhasa. Ne compie 5 o 6 in Nepal. L’ultima, nel Mustang, è del 1954. Al tempo questi paesi erano proibiti agli stranieri ma lui riesce a visitare villaggi e monasteri e riportarne manoscritti e xilografie, statue, thangka, i rotoli buddhisti di stoffa dipinta, pezzi d’arte e d’artigianato induisti, buddhisti e bon, reperti archeologici. Rievoca le tracce del passato per trarle dalla dimenticanza e dall’abbandono, scopre civiltà scomparse come quella dei Malla, nel Nepal occidentale, ricostruisce antiche vicende e lascia, con i tesori e con le fotografie, testimonianze e “documenti di culture che stanno modificandosi e forse spegnendosi”.

Carovana (1935)

Quasi a conclusione di oltre trenta anni di viaggi, percorsi a piedi più di 20.000 chilometri sul Tetto del Mondo, dopo aver attraversato e solcato in tutti i sensi l’Imalaia ed aver lasciato più volte alle spalle le sue vette più alte, ecco l’anello chiudersi quasi lì dove aveva cominciato a svolgersi, a poca distanza dal medesimo lago e dalla medesima montagna che videro me pure, (quando avvolti di luminosa trasparenza, per la prima volta mi apparvero), inconsapevolmente insieme con i pellegrini genuflesso.

Nel libro, le spedizioni di Tucci trovano ampio spazio nei capitoli VII 1931, 1933 e 1935: i misteri del Tibet ignoto, VIII Le esplorazioni del 1937 e del 1939 e la corrispondenza con Gentile, IX Dopo la guerra: a Lhasa e oltre, X Alla scoperta del Nepal e il tesoro di Hem Raj.

Gli articoli e le notizie sulle spedizioni pubblicati in questo sito sono raccolti in una sezione generale per tutte le spedizioni, e in sezioni singole per ogni spedizione, corredate da un breve riepilogo e da una mappa, che vedete citate qui sotto. Le mappe sono state redatte in originale da Marco Goldoni insieme all’autore, e riprodotte in dettaglio nei volumi a stampa.

1926–1931

Articoli pubblicati





Su Amazon e in libreria

Leggi il piano dell’opera, acquista i due volumi su Amazon.

L’autore

Enrica Garzilli Enrica Garzilli è specialista dell’Asia moderna e dell’Oriente, si è laureata in sanscrito alla Scuola Orientale di Roma con i più amati allievi di Giuseppe Tucci, ha continuato gli studi sull'Asia moderna a Delhi e ad Harvard, e lavorato in università prestigiose in Italia e all’estero. Collabora regolarmente con quotidiani, periodici, televisioni e radio. Leggi la biografia completa.

Asiatica Association

Per informazioni sul libro o ordini, contattare Asiatica Association.

Le immagini
Ricerca
© Copyright 2012 Enrica Garzilli. Tutti i diritti riservati.