Acquista L'esploratore del Duce su Amazon
Articoli per la tag “america”
02
Mag

Giuseppe Tucci va all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Foto presentaziione Cattolica2_19apr2013Questa foto è stata scattata presso l’Università Cattolica di Milano alla presentazione del libro – che si vede sullo schermo in fondo – il 19 aprile 2013 a mezzogiorno. Da sinistra a destra per chi guarda, i tre professori che hanno parlato prima di me.

15
Apr

I documenti di Tucci, di Croce o di Mussolini come le frasi di Twitter

Archivio Centrale dello StatoDei documenti che riguardano Tucci, alcuni di questi sono conservati presso gli archivi di Mussolini nell’Archivio Centrale dello Stato, a Roma.

Questi a loro volta sono conservati in copia presso la Libray of Congress, la più grande e antica biblioteca degli Stati Uniti – e la più grande biblioteca del mondo – perché quando gli americani entrarano a Roma, alla fine della Seconda guerra mondiale, li presero e li portarono con sé.

31
Dic

Limes - Il pianeta India: Gandhi dynasty

Limes Pianeta IndiaSe volete finire l’anno in bellezza andate subito a comprare Limes – Pianeta India. E’ un numero interamente dedicato al subcontinente che ha onorato Giuseppe Tucci conferendogli il prestigioso Premio Jawaharlal Nehru per la Comprensione Internazionale.

Limes è un’ottima rivista di geopolitica e a questo numero hanno collaborato grandi firme internazionali. Più modestamente, troverete anche il mio articolo Gandhi dynasty, sulla famiglia che ha generato tre primi ministri – Jawaharlal Nehru, Indira e Rajiv Gandhi -, e che ha più influenzato la politica non solo dell’India, ma del mondo.

Fu Nehru, infatti, che al tempo della Guerra fredda decise di non allinearsi né con l’Occidente e la NATO, né con l’URSS e i Paesi dell’Est, scegliendo per l’India una terza via di non allineamento e di neutralità, via che hanno percorso in seguito anche i paesi dell’America centrale e meridionale, quelli della Penisola Arabica, l’Africa e il Sudest asiatico. Tutti conoscono poi l’enorme sviluppo che sta avendo l’India a livello economico, uno sviluppo temuto dal gigante confinante, la Cina, e voluto dai politici che si sono avvicendati e dalle multinazionali, che hanno fatto parlare di neo-colonialismo occidentale sul suolo indiano.

  • Gandhi dynasty
  • Il primo ministro Jawaharlal Nehru (1889-1964)
  • Indira Gandhi (1917-1984), Feroze Khan (1912-1960) e il figlio Sanjay (1946-1980): la dinastia cresce
  • Il potere dei Gandhi si allarga a macchia d’olio
  • Una, dieci, cento dinastie
  • Una grande famiglia per la più grande democrazia del mondo, dove le cariche si tramandano per via parentale. Dal padre del primo capo del governo indiano, Jawaharlal Nehru, fino al figlio di Sonia, Rahul Gandhi, una storia di potere, influenza e nepotismo.

    11
    Ago

    Aung San Suu Kyi e il profumo della libertà

    Aung Suu KyiNon c’è da sorprendersi che Daw Aung San Suu Kyi, leader della democrazia in Myanmar da 14 anni agli arresti domiciliari (negli ultimi 20) e fervente buddhista, sia stata condannata a tre anni di lavori forzati per aver violato i termini degli arresti ospitando John Yettaw. Immediatamente la sentenza è stata commutata a ulteriori 18 mesi di arresti domiciliari.

    05
    Nov

    Che avrebbe detto Tucci di Obama?

    ObamaNon so cosa avrebbe pensato Tucci di un presidente degli Stati Uniti d’America nero, anche se in comune Tucci e Barack Obama hanno l’ammirazione per Gandhi.

    Tucci infatti più volte, nei suoi libri di viaggio, ha dichiarato che la politica proprio non gli interessava.

    Ribadì in La via dello Swat (1963), il racconto delle perlustrazioni preliminari e della missione archeologica a cui dal 1955 diede vita nella valle dello Swat, in Pakistan:

    In tempi nei quali stanno tanto a cuore le istituzioni ed i reggimenti, il lettore vorrà forse sapere qualche cosa dell’amministrazione dello Swat. Io su questo punto sarò molto breve, perché se c’è una cosa al mondo che proprio non m’interessa, è la politica e le leggi o quello che chiamano governo.

    09
    Ott

    Il discorso di Carlo Formichi a Berkeley

    MussoliniAbbiamo visto che nel 1928 Formichi fu invitato dal rettore dell’Università di Berkeley a inaugurare la cattedra appena fondata di Cultura italiana.

    Il discorso d’inaugurazione di Formichi si intitolava «Grandi vecchi maestri del Fascismo» e presentò una piccola collezione di frasi di personaggi che il fascismo riconosceva come maestri.

    Una frase celebre era: «Nessuno rimprovererà l’uomo che usa la violenza per aggiustare le cose». Chi altri, disse Formichi, aveva usato la violenza a fin di bene – per riportare l’ordine in un’Italia sfiduciata, scossa dagli scioperi, con continue lotte politiche fra la destra e la sinistra e un governo inefficiente e incapace – se non il beneamato Capo degli italiani?

    Formichi era un fervente fascista, anche se più per aderenza ai valori di destra — Dio, patria e famiglia — e amore per l’ordine costituito, che per vero spirito fascista. Soprattutto, Formichi ammirava Mussolini.

    05
    Ott

    God bless America: Formichi inaugura a Berkeley la prima cattedra di italiano

    AmericaNel 1928 Formichi, maestro di sanscrito di Tucci e suo promotore, fu invitato dal rettore dell’Università di Berkeley a inaugurare la cattedra appena fondata di Cultura italiana e a svolgere un corso dall’agosto al dicembre 1928.

    Quindi chiese congedo dall’università italiana per tale periodo, congedo che gli venne accordato «tenuto conto dell’alto valore culturale e della importanza d’italianità della missione».

    E così Formichi partì per gli Stati Uniti d’America. Il quotidiano L’Italia, della colonia italiana a San Francisco, il 6 ottobre 1928 pubblicò un articolo a tutta pagina sul nuovo insegnamento di Cultura italiana inaugurato il giorno prima, accompagnato dalla foto passaporto di Formichi, primo titolare della cattedra. Nella biblioteca dell’Università della California a Berkeley, infatti, ho trovato anche opere di Formichi difficili da reperire in Italia.

    •  
    •  
    •  
    Su Amazon e in libreria

    Leggi il piano dell’opera, acquista i due volumi su Amazon.

    L’autore

    Enrica Garzilli Enrica Garzilli è specialista dell’Asia moderna e dell’Oriente, si è laureata in sanscrito alla Scuola Orientale di Roma con i più amati allievi di Giuseppe Tucci, ha continuato gli studi sull'Asia moderna a Delhi e ad Harvard, e lavorato in università prestigiose in Italia e all’estero. Collabora regolarmente con quotidiani, periodici, televisioni e radio. Leggi la biografia completa.

    Asiatica Association

    Per informazioni sul libro o ordini, contattare Asiatica Association.

    Ricerca
    © Copyright 2012 Enrica Garzilli. Tutti i diritti riservati.